Disclaimer

Attenzione
Warning


Il seguente materiale contiene descrizioni e immagini di particolare crudezza che possono urtare la sensibilita' degli utenti piu' impressionabili

The content here published could hurt your sensibility

martedì 27 gennaio 2009

Coincidenze

Questa e' una raccolta schematica delle coincidenze, piu' o meno significative, che sono emerse dalle ricostruzioni dei fatti e dei personaggi coinvolti in questa storia.

Le vittime

Nella serie degli anni '80 tre ragazzi su quattro (Stefanacci, Mainardi e Baldi) risulteranno aver perso il padre da poco tempo (da 6 mesi a due anni). Una coincidenza resa relativamente significativa per la giovane eta' delle vittime

Stefano Baldi e Susanna Cambi si erano conosciuti nel 1973 allo stabilimento Genova di Viareggio durante una vacanza estiva. Fino ad allora Susanna aveva passato le sue estati nella casa familiare che i genitori avevano vicino a Padulivo, localita' di Vicchio nota tra l'altro per l'omonimo eccidio perpetrato dalle ss, ovvero vicino a dove nel 1974 furono uccisi Pasquale Gentilcore e Stefania Pettini. (forse anche i due ragazzi uccisi a Borgo avevano passato l'estate del 73 proprio a Viareggio)

A giugno dell''81 gli inquirenti scavarono a fondo tra le conoscenze di Giovanni Foggi in seguito alla coincidenza che vedeva sia lui, che Pasquale Gentilcore, abitare a Pontassieve. Risulto' che pero' i due ragazzi non si conoscessero, visto anche che la famiglia Foggi si era stabilita a Pontassieve solo dal 1972

Alla fine dell'81 la stampa aveva messo in risalto la somiglianza fisica delle tre vittime femminili, tutte more e minute. La coincidenza si interruppe nel 1982 quando sotto i colpi del killer cadde Antonella Migliorini, una ragazzona bionda e formosa.

Nel 74, giugno 81, e 82, risulto' che le ragazze fossero impiegate a vario titolo in aziende del ramo tessile. Nell ottobre dell '81 ad essere impiegato in una azienda tessile era invece il ragazzo.
(La principale attivita' industriale della toscana e' del resto proprio il tessile)

Nel 1984 Pia Rontini lavorava in un locale sito di fronte alla stazione di Vicchio, e denominato La nuova Spiaggia. Nel 1974 Pasquale Gentilcore e Stefania Pettini frequentavano un locale ( lo stesso locale?) denominato La Spiaggia a Vicchio, tanto che li' si erano addirittura conosciuti due anni prima (Compagni di Sangue- M.Giuttari, C. Lucarelli)-
Altra coincidenza riguarderebbe i luoghi di ritrovo delle due coppie mugellane. Nel 1974 Riccardo Berti in un articolo indica nel bar Stellini di Borgo uno dei luoghi di ritrovo degli amici di Stefania Pettini e Pasquale Gentilcore. Nel 1984 compare un bar Stellini frequentato da Claudio Stefanacci e Pia Rontini, bar che oltretutto e' accanto al negozio di elettrodomestici Stefanacci. Probabilmente si tratta dello stesso locale, che nel 1974 venica collocato erroneamente a Borgo. In questo caso la coincidenza non deve sorprendere piu' di tanto, sia per le ridotte dimensioni di Vicchio, sia perche' il bar si troverebbe nella piazza centrale del paese, e' quindi normale che la maggior parte dei Vicchiesi (e la Pettini era di fatto vicchiese) lo frequentassero.


I luoghi


Dal 74 fino all'82 sui luoghi dei delitti sono presenti vitigni ed ulivi.

Nel 68, 74, 81, e nell'84, e' sempre presente un pilone dell'alta tensione a poca distanza dalla scena. Oggi vi sono elettrodotti enche a non molta distanza dai siti di Baccaiano e Giogoli, sebbene non arrivino prorpio sul luogo del delitto. Da notare che Giovanni Foggi era impiegato proprio nell'azienda elettrica Nazionale, anche se con il ruolo di magazziniere.

Nel 68, 74, Ottobre 81, 82,e 84, a breve distanza da dove sono parcheggiate le auto scorre un corso d'acqua, rispettivamentetorrente Vingone, Sieve, torrente Marina, torrente virginio, fiume Sieve. Nell'85 invece verrebbero trovate delle macchie forse di sangue in un lavatoio sito a 40 min di cammino dalla piazzola.

Tutti i luoghi sono a breve distanza da una strada statale o dall'autostrada. Per unirli basta percorrere tre direttrici (ad eccezione della statale Pistoiese del 1968): il tratto Firenze ovest dell'autosole, la Volterrana e la statale 67 (segue 551)

I tempi

Tutte le piazzole distano tra i 5 e i 10 minuti dalla casa da cui escono i ragazzi

In tutti i casi(tranne ovviamente gli stranieri accampati) i ragazzi dopo essere usciti di casa non vengono piu' visti in alcun altro luogo. Il che fa pensare che ogni volta siano andati direttamente da casa al parcheggio.

Con l'eccezione dell'84 (ma forse anche dell'85) tutte le aggressioni si compiono tra le 23:30 e la mezzanotte e mezza


Posta un commento
Leggi tutti i commenti

2 commenti:

ilbravo ha detto...

Vedo che nell'introduzione al tuo blog parli dei delitti del Mostro a partire dal 1974. Come mai escludi il 1968?

master ha detto...

Scusa per il ritardo nelle risposte, ma ho avuto dei contrattempi, e inoltre il metodo di commento non pare funzionare a dovere.

Comunque e' mia intenzione includere anche il 68, che credo sia impossibile da stralciare dal resto dei fatti. Il blog e' ancora molto immaturo, tanto che 'sto modificando le ricostruzioni integrandole con quelli che dovrebbero essere i dati piu' affidabili. Conto che entro un paio di settimane avro' la versione corretta (per quanto possibile) di tutte le scene del crimine, compresa quella del 68

ciao